Torna al sondaggio

Progetto OnTrack di PRINOTH

Progetto OnTrack di PRINOTH

Negli ultimi anni PRINOTH ha preso parte a un progetto finanziato dall'UE insieme a PONSSE, principale OEM per linee di taglio trasversale della vegetazione, in un consorzio di istituti forestali europei per sviluppare un forwarder a impatto ridotto. Vista la sua lunga tradizione di sviluppo di soluzioni per una tutela ambientale più sostenibile, nonché in qualità di erede del trattore multiuso Muskeg inventato da Bombardier nel 1953, PRINOTH è stata entusiasta di contribuire a questa complessa applicazione off-road con il suo know-how.

Il progetto è stato lanciato dalla Nordic-Baltic Network for Operations R&D con il finanziamento del Nordic Council of Ministers per la ricerca forestale e mira a elaborare soluzioni tecnologiche per sviluppare un veicolo di buona flottanza e impatto ridotto sul terreno. I membri del consorzio erano particolarmente interessati alla possibilità di rendere più severe le soglie limite per i danni, adottare pratiche operative ottimizzate e regolare in modo migliore la creazione e la gestione dei solchi. La soluzione è stata il forwarder OnTrack, un prototipo di trasportatore cingolato per legname con la stessa produttività e durata delle macchine tradizionali, ma molto più delicato sul terreno rispetto ai forwarder standard. Anche con carichi di 14 tonnellate, infatti, questo gigante gentile esercita una pressione al suolo inferiore a quella di un'impronta umana, pari a 4 psi o 281 g/cm2, riducendo di oltre il 70% i solchi lasciati dalle ruote e i danni al terreno.

Il veicolo è stato creato installando il telaio di un popolare trasportatore di legna su un sottocarro dotato di cingoli in gomma con rinforzi metallici. È costituito da due (2) sottocarri PANTHER PRINOTH, da una parte frontale T6 su cui è montato un forwarder Buffalo PONSSE e da un sottocarro T12 montato sotto la zona di carico.

I sottocarri PANTHER su cingoli in gomma consentono una maggiore velocità e una migliore trazione rispetto ai normali forwarder su ruote, con un rendimento decisamente superiore per le aziende. "Dal punto di vista socio-economico, il vantaggio più importante per gli appaltatori è poter lavorare uniformemente durante l'anno e al tempo stesso soddisfare normative severe," ha dichiarato il coordinatore del progetto Rasmus Astrup, del Norwegian Institute of Bioeconomy Research (NIBIO). "Le piccole imprese appaltatrici, che sono la maggioranza nel settore, devono compiere ingenti investimenti di capitale e di conseguenza devono poter sfruttare in maniera produttiva tali investimenti il più possibile durante l'anno".

Giunti alla fase attuale del progetto, PRINOTH ha dato degna dimostrazione dell'elevato carico utile, dell'eccellente mobilità, delle basse vibrazioni e della comodità del suo sottocarro, così come della sua ridotta pressione al suolo, ineguagliata da qualsiasi concorrente e resa possibile da una piattaforma robusta e ben progettata. In generale, il team di progetto avanzato di PRINOTH sta spingendo al limite le tecnologie per i sottocarri e i cingolati. Tuttavia, è evidente che il concetto dietro il veicolo dovrà essere ottimizzato, prima che la macchina possa essere industrializzata.

"In PRINOTH siamo orgogliosi di poter mettere alla prova i limiti del nostro sottocarro per un'applicazione così impegnativa. Questo ci permetterà di trarre alcuni insegnamenti chiave dal progetto e di utilizzare in altre applicazioni le scoperte fatte. Credo che abbiamo dimostrato al settore dell'industria forestale che è possibile trasportare grandi quantità di legna con un impatto ridotto sui terreni boschivi," ha commentato Alessandro Ferrari, Vicepresidente Vendite di PRINOTH.

Your press contact

PRINOTH AG
Brennerstraße 34
39049 Sterzing (BZ)
Italy
Siri Hornschild
+39 0472 722 422
+39 0472 722 618
siri.hornschild@prinoth.com