Torna al sondaggio

Raccolta di biomassa con PRINOTH

BMH480-H600 sta prendendo piede a Cuba

In molti Paesi, a causa della crisi dovuta al Coronavirus e alla relativa insicurezza economica, gli investimenti sono stati sospesi. Pertanto, ci rallegra ancora di più il fatto che PRINOTH sia stata incaricata di fornire altri nuovi BMH480-H600!

I veicoli andranno ad ampliare la flotta PRINOTH già esistente a Cuba e impiegata nel raccolto del marabù. La biomassa ottenuta raccogliendo l’erba infestante viene bruciata come combustibile per riscaldare enormi caldaie scaldacqua (boiler). In tal modo Cuba potrà fare a meno del costoso olio pesante importato.

Grazie alla nuova centrale elettrica del nostro cliente, a Cuba si produce energia da aprile 2019 e ora è entrata in funzione anche una seconda caldaia. Già grazie alla flotta PRINOTH esistente, siamo riusciti ad aumentare la produttività: solo nell’ultima settimana sono state prodotte 1000 tonnellate di biomassa al giorno. Nel deposito vi sono già 60.000 tonnellate di biomassa e con il nostro sostegno vogliamo aumentare ulteriormente la produttività.

Già da oltre 100 anni, Cuba è flagellata da questa rigogliosa pianta importata: si propaga incontrollata e si sostituisce alle piante locali che talvolta vengono utilizzate per l’agricoltura. Da decenni, il governo di Cuba ha cercato di sconfiggere il flagello nei modi più svariati che, tuttavia, finora sono stati inefficaci. PRINOTH, per prima, è riuscita a trovare una soluzione a questo problema che persiste da più di cento anni: i BMH480-H600 estirpano la pianta insieme al ceppo affinché non ricresca di nuovo dopo poco tempo; per i trattori ordinari ciò è praticamente impossibile a causa degli arbusti legnosi duri e folti.

Guarda ora il processo della biomassa nel nostro video: https://youtu.be/3F4TKkUEUyY

Contattaci per discutere il tuo business case, la pianificazione e la gestione del progetto: markus.speiser@prinoth.com, +49 7557 9212 72